Le mete da non perdere ad Hue

Hue è l’ultima capitale del feudalesimo in Vietnam. Ad Hue, esistono ancora le strutture antiche con le caratteristiche feudali del Vietnam.

1, La cittadella imperiale

Dal 1010, Thang Long ( il nome precedente di Hanoi) fu il capitale del Vietnam. Nel 1802, Nguyen Anh, il primo re della dinastia di Nguyen, decise di trasferirsi la capitale da Thang Long ad Hue. È una struttura massicca, ad oggi, la cittadella conserva ancora le caratteristiche e l’architettura imperiale.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 1)
la cittadella di Hue

Essendo il centro storico, opere architettoniche uniche nel complesso d’architettura storica, la cittadella ad Hue è riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio culturale mondiale al’11 dicembre 1993. La Cittadella di Hue, include 2 parti: la Cittadella e la Città Proibita. Dal centro della città, i turisti possono visitare i luoghi vicini come il ponte di Trang Tien, il mercato di Dong Ba, ecc.

Visitandola, i turisti possono scoprire le architetture uniche con le caratteristiche speciali del feudalismo vietnamita.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 2)
La porta di Ngo Mon

La porta di Ngo Mon, un’opera architettonica con grande importanza nella protezione della cittadella, fu costruita al quattordicesimo anno del Minh Mang (1883). All’alto piano c’è l’atrio di Can Nguyen con le due parti – Doan Mon a sinistra ed a destra. In precedenza, il cancello era riservato esclusivamente ai re.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 3)
Palazzo di Thai Hoa

Nella cittadella ci sono 2 palazzi: Thai Hoa e Dai Trieu Nghi usati per tenere le cerimonie imperiali, i compleanni del Re, i benvenuti diplomatici …

Situato al sud-ovest della vestigia storica è il Tempio degli Ascendenti, dove si fa il culto dei defunti re della dinastia Nguyen, tra cui parenti reali come regina. Qui i visitatori impareranno la carriera e la vita della dinastia Nguyen nel modo più chiaro e profondo.

2, Il mausoleo dei re (Minh Mang, Tu Duc, Khai Dinh)

Durante l’ultima dinastia feudale del Vietnam, la dinastia Nguyen aveva 13 re, ma nell’antica capitale di Hue ci sono solo 7 mausolei. Le tombe furono costruite con due funzioni: il luogo in cui occasionalmente i re visitano per le vacanze e quello di sepoltura quando muoiono.Tutte le tombe sono costruite secondo la filosofia del Feng Shui dei orientali.

Tra cui il mausoleo dei 3 re Minh Mang, Tu Duc e Khai Dinh sono i più belli e famosi. La tomba di Tu Duc è considerata un dipinto della natura bella, che riflette il carattere del poeta del re, il mausoleo di Khai Dinh è l’interferenza tra le due culture dell’est-ovest, mostra la sua caratteristica di orientamento occidentale, la tomba di Minh Mang ha pienamente esposto la personalità di un re.

a, La tomba di Minh Mang

Le mete da non perdere ad Hue (pic 4)
La tomba di Minh Mang

La successione al trono di Minh Mang è stata Entertainment quando la monarchia centrale della dinastia Nguyen è stata consolidata nel suo punto più alto. Dagli aggiustamenti istituzionali alla riorganizzazione delle opere architettoniche nella Cittadella e dalla pianificazione dei laghi per sé, mostra anche la personalità e lo stile del re stesso. Essendo una persona capisce chiaramente confucio, non preferisce l’Occidente, l’intera architettura della tomba di Minh Mang è stata costruita sulla base del pensiero fortemente influenzato dal confucianesimo.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 5)
La via per entrare la tomba di Minh Mang

b, La tomba di Tu Duc

Le mete da non perdere ad Hue (pic 6)
La tomba di Tu Duc

Tu Duc (1848-1883) scelse un posto adatto alla sua posizione, in accordo con gli interessi e le aspirazioni di un re che aveva la conoscenza erudita ed fu il re più romantico durante la dinastia Nguyen. Il complesso di tomba è come un grande parco. Ci sono linea d’acqua tutto l’anno, alberi di pino, canto degli uccelli. L’elemento che è completamente rispettato nella tomba è l’armonia delle linee. Non ci sono strade diritte, spigolose come altri edifici, invece della strada di ceramica  Bat Trang. Si può dire che la tomba di Tu Duc è uno degli edifici più belli della dinastia Nguyen.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 7)
La bellezza romantica alla tomba di Tu Duc

c, La tomba di Khai Dinh

Khai Dinh (1916-1925) fu il 12 ° re della dinastia Nguyen e fu l’ultimo a costruire un mausoleo per la Sua “partenza”. La costruzione iniziò il 4 settembre 1920 e durò per 11 anni.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 8)
davanti la tomba di Khai Dinh

Khai Dinh mandò persone verso Francia per comprare ferro, acciaio, cemento, piastrelle Ardoise … per Cina,  Giappone comprate porcellane, vetri colorati … per costruire la Sua ultima “casa”. Rispetto alle tombe dei re predecessori, la tomba di Khai Dinh ha un’area molto modesta ma estremamente elaborata e dispendiosa in termini di tempo.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 9)
una parte della tomba di Khai Dinh

L’infiltrazione di molte scuole di architettura: l’induismo, il buddismo, il romanismo, Gotico … mostrano chiaramente le opere concrete: i pilastri delle porte come le torre indù; i pilastri del Buddismo; il recinto come la croce; … Questo è il risultato di due fattori: l’interferenza culturale est-ovest nel giro della storia e il carattere di Khai Dinh.

Si può dire che la tomba di Khai Dinh è diventata il simbolo del culmine dell’arte della ceramica e del vetro.

3, La pagoda di Thien Mu

Situata sulla collina di Ha Khe, a circa 5 km dal centro della città di Hue, si trova la pagoda sulla strada Kim Long, nel comune di Huong Long. Con la bellezza antica e speciale, il riflesso della Pagoda Thien Mu sotto il Fiume dei Profumi romantico crea un paesaggio lussureggiante.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 10)
La pagoda di Thien Mu

Arrivando qui, i visitatori non solo apprezzano l’antica bellezza, il romanticismo del Fiume dei Profumi, ma ascoltano anche le storie leggendarie, il mistero della cortesia del tempio, la storia. amanti dell’amore, … per comprendere in parte la bellezza spirituale di questa terra.

4, Il mercato di Dong Ba

Il mercato di Dong Ba è un’attrazione speciale, che sembra essere familiare ai turisti sia in una giornata di sole che in una giornata di pioggia. È anche un’architettura che ha attraversato più di 110 anni sin dal suo inizio, con la storia fatta di alti e bassi del capitale antico.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 11)
Mercato di Dong Ba

Con una  grande area, che si estende dal ponte di Gia Hoi al ponte Truong Tien, il mercato di Dong Ba comprende tre piani e migliaia di negozi commerciali affollate. È il centro dove si fornisce gli ingredienti per ristoranti e alberghi ed anche serve ai turisti da tutto il mondo per visitare e comprare i prodotti tipici. Soprattutto, il mercato di Dong Ba è sempre orientato ai valori commerciali, insieme all’atteggiamento di vendita amichevole e il prezzo ragionevole.

Il mercato di Dong Ba è un posto ideale per i turisti per godersi il cibo di Hue, come spaghetti di riso al vapore, zuppa di spaghetti di manzo, tagliatelle ai gamberetti, Arance, tè, fagioli … semplicemente delizioso ed economico.

Visitando il mercato di Dong Ba, i visitatori  si sentiranno che possono perdersi in uno spazio pieno di prodotti anche avere l’opportunità di provare la “vecchia anima” da vedere che nel trambusto rumoroso in ogni angolo del mercato, nella preoccupazione, esiste ancora una bellezza semplice nella storia e nella vita quotidiana di questa città.

5, La spiaggia di Lang Co

Chiamato come la bellezza del villaggio di pescatori, spiaggia di Lang Co ha e la tranquillità che porta ai turisti una nuova attrazione. Lang Co è come una terra delle fate, un’immagine romantico di natura.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 13)
la spiaggia di Lang Co

A Lang Co, i visitatori possono non solo fare il bagno ma anche partecipare a emozionanti attività come canottaggio, immersioni subacquee, pesca dei calamari … perché Lang Co si trova vicino al passaggio di Hai Van, la montagna di Bach Ma, quindi ci sono molti tipi di pianti, coralli, frutti di mare e animali rari.

6, Il fiume Huong – la musica imperiale

Perfume River è un fiume romantico che è considerato un simbolo di Hue (fuori dalla Cittadella di Hue).

Le mete da non perdere ad Hue (pic 14)
il ponte di Trang Tien e il fiume di Profumo

Il fiume proviene dalle montagne di Truong Son, lungo ai piccoli ruscelli e poi scorre verso un grande fiume attraverso l’antica cittadella di Hue. Perché scorre attraverso le foreste, l’acqua ha portato la fragranza dell’erba, da allora il fiume è stato chiamato Huong Giang (significa l’acqua porta i profiumi).

Venendo al fiume Huong, i turisti possono sedersi sulla barca per godersi la scena pacifica di Hue. Soprattutto nella notte, i visitatori possono ascoltare le canzoni popolari,  guardare la città illuminosa nella notte, si sentiranno come se vivessero di nuovo ai vecchi tempi del feudalismo

7, La montagna Ngu Binh

Essendo montagna associata al Fiume dei profumi romantico, i turisti chiamano l’imponente nome del Bai Tho Mountain, il monte Ngu Binh situato a 3 km a sud del fiume Huong.

Le mete da non perdere ad Hue (pic 15)
La montagna di Ngu Binh

Dalla cima del monte Ngu Binh, i turisti possono vedere la panorama della città di Hue con il fiume dei profumi come la morbida seta si estende intorno, insieme ai castelli e alla cittadella, tutto creano un’immagine musicale e poetica.

Sei mai stato a Hue? Se hai visitato e visitato molti posti interessanti, non esitare a condividere con tutti

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Sliding Sidebar

About Me

About Me

Blog di condividere i tips di viaggiare in Vietnam con le notizie utili e scopertà interessante. Siamo sempre disponibili di accompagnarVi Tanti saluti da Asiatica Travel

Social Profiles

Facebook